Piano Famiglie: moratoria ABI, i punti oscuri

Scritto da: -

piano-famiglie.jpg

Nei giorni scorsi l'ABI, Associazione Bancaria Italiana, ha annunciato che dal prossimo mese di gennaio le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo potranno chiedere la sospensione dei pagamenti per un periodo pari a dodici mesi.

Si tratta di una buona notizia per i nuclei familiari, ma il provvedimento arriva con forte ritardo visto che la crisi già da un bel po' è entrata nelle case degli italiani. Dopo l'annuncio dell'ABI sulla moratoria dei mutui per le famiglie in difficoltà, le Associazioni dei Consumatori hanno dapprima accolto con un plauso la notizia, ma dopo, a freddo, hanno rilevato dei "punti oscuri".

Ad esempio, Altroconsumo si aspettava non solo una moratoria sui mutui, ma anche sul credito al consumo, ovverosia sui finanziamenti e sui prestiti finalizzati che a causa della crisi le famiglie, e sono tante purtroppo, non stanno riuscendo a ripagare.

Un altro punto oscuro rilevato da Altroconsumo è quello legato al fatto che il "Piano famiglie" dell'ABI, dovendo poi essere adottato dalle banche, potrebbe alla lunga trasformarsi in una buona intenzione e non in un provvedimento avente la necessaria efficacia. Ma il Codacons è andato ben oltre, visto che l'Associazione ha inviato a carico dell'ABI una segnalazione all'Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato per pubblicità ingannevole, e addirittura alla Procura della Repubblica di Roma per un possibile abuso della credibilità popolare. Insomma, nell'attesa che vengano svelati i dettagli operativi del "Piano Famiglie" dell'ABI, le Associazioni dei Consumatori non stanno a guardare.

In ogni caso, crediamo che ad essere aiutate nel nostro Paese debbano essere tutte le famiglie, nessuna esclusa, che a causa della crisi si trovano in difficoltà finanziarie con mutui, prestiti e finanziamenti senza distinzione di status lavorativo e senza particolare vincoli che poi, come al solito, vanno a restringere la platea dei beneficiari. Una moratoria estesa a due anni, e non a dodici o diciotto mesi, garantirebbe anche alle famiglie italiane l'uscita dalla crisi, con la conseguenza che a beneficiarne sarebbero anche i consumi interni.

Immagine tratta da: www.impresalavoro.eu

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Risparmioemutui.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano