Natale 2009: non è tempo di darsi agli sprechi

Scritto da: -

frutta-verdura-natale.jpg

Si può guadagnare incassando più soldi, risparmiando, oppure tagliando gli sprechi; ma se prima si risparmia, e poi si spreca, allora le privazioni ed i sacrifici sono vani. In vista della stagione natalizia, con un po' di accortezza di può fare in modo di risparmiare tagliando gli sprechi senza farsi mancare nulla, a partire dalla tavola. Sapevate che ogni anno le famiglie in media buttano nella pattumiera il 9% della spesa effettuata, con punte di spreco molto elevate a Natale? A dircelo è l'Associazione Adoc, la quale, giustamente, sottolinea come non sia questo l'anno, quello orribile, quello della recessione economica, per darsi agli sprechi. Per evitare di fare parte della categoria degli spreconi natalizi, l'Associazione dei consumatori, tra l'altro, mette in guardia sui cibi che, più di tutti, specie se acquistati in quantità, hanno una elevata probabilità di finire nel cassonetto.

Il pane, la frutta e la verdura sono al riguardo in testa alla classifica; d'altronde il pane sazia subito e davanti a pranzi e cenoni multi portata i vostri ospiti più che mangiarlo il pane lo guardano e basta; quanto alla frutta, servita dopo gli antipasti, i primi ed i secondi, questa non può chiaramente avere un grande successo in concomitanza con i pranzi luculliani. Con acquisti più ponderati, e comprando i cibi scegliendo anche le confezioni adatte, il cassonetto a Natale ed a Capodanno può essere più leggero, senza tanti sforzi o rinunce. Basta usare la testa!

Immagine tratta da: arcanopennazzi.wordpress.com

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Risparmioemutui.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano