Spread mutui: i tassi peggiorano

Scritto da: -

Nonostante il recente taglio dei tassi da parte della Banca centrale europea (Bce), in Italia i mutui sono sempre più cari. A metterlo in risalto è stata l'Adiconsum in virtù del fatto che gli spread sui finanziamenti ipotecari, a causa della tempesta sul debito sovrano che ha causato sconquassi anche sul mercato interbancario, sono passati in pochissime settimane dall'1% circa ad oltre il 3%.

spread mutui tassi.jpg

Nonostante il recente taglio dei tassi da parte della Banca centrale europea (Bce), in Italia i mutui sono sempre più cari. A metterlo in risalto è stata l’Adiconsum in virtù del fatto che gli spread sui finanziamenti ipotecari, a causa della tempesta sul debito sovrano che ha causato sconquassi anche sul mercato interbancario, sono passati in pochissime settimane dall’1% circa ad oltre il 3%. Insomma, la riduzione del costo del denaro da parte della Bce non ha portato ad alcun vantaggio per chi si appresta a stipulare un mutuo. Inoltre, al termine della moratoria sui mutui per la prima casa, la cui scadenza è fissata al prossimo 31 gennaio del 2012, molte famiglie alla riattivazione della rate da pagare rischiano di essere insolventi a causa dell’inasprimento della crisi.

Di riflesso, l’Associazione dei Consumatori ha apertamente chiesto misure a tutela delle famiglie che nei prossimi mesi continueranno ad essere in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo per la prima casa ad uso residenziale; così come servono per le giovani coppie delle misure di protezione e delle agevolazioni per l’accesso alla casa visto che le condizioni ed i tassi hanno fatto registrare dall’estate scorsa un netto peggioramento.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!